Newsletter di RadioMaria

Newsletter di P. Livio - 23 Agosto 2017 

 



Cari amici, 

il messaggio del 2 Agosto, quando la Madonna si rivolge in modo particolare ai non credenti, incomincia con un tono solenne. 
E' come se la Regina della Pace intendesse presentare le sue credenziali, indicando ai dubbiosi da chi è inviata, in nome di chi parla e quale sia la sua missione. Poche parole che non lasciano adito a fraintendimenti: 

"Cari figli, per volontà del Padre celeste, come Madre di Colui che vi ama, sono qui con voi per aiutarvi a conoscerlo e a seguirlo". 

La Madonna afferma di essere l'inviata del Padre celeste. Potrebbe esserci una investitura più alta? Quale autorità maggiore potrebbe esserci al di sopra di quella di Dio Padre? Spiega poi la ragione di questa elezione, il motivo del perché il Padre invia proprio Lei. 
La ragione è quella di essere la Madre del Figlio di Dio, fatto uomo nel suo grembo, da Lei donato al mondo, che tanto ci ama da aver dato la sua vita per la nostra salvezza. Qual è la ragione per la quale è stata inviata? 
Non certo per la sua gloria, di cui non avrebbe bisogno, essendo Colei che è proclamata beata di generazione in generazione. Non certo per mettere se stessa al centro dell'attenzione, essendo Lei il riflesso vivente dell'umiltà di Dio. La Madonna è l'unica creatura non morsicata dalla lingua biforcuta del serpente, il cui veleno scorre nelle vene degli umani, sempre inclini ad adorare se stessi e a farsi adorare. La sua missione è quella che Dio le ha affidato da tutta l'eternità: aiutarci a conoscere e a seguire suo Figlio. Chi meglio di Lei potrebbe adempiere a questo compito? Chi più della Madonna ha conosciuto e ha seguito Gesù? 
La Regina della pace sta adempiendo la sua divina missione da quasi quattro decenni nei quali, con parole di verità e di amore insuperabili, sta riconducendo a suo Figlio Gesù e nel santo ovile della Chiesa una moltitudine immensa di pecore sperdute, fra le quali un numero impressionante di sacerdoti. La Regina della pace sta riempiendo le chiese che si svuotano. 
Questo è il criterio evangelico di credibilità che Lei ci dona, senza imporre nulla a nessuno, perché i cuori accolgano la sua missione di salvezza.

Vostro Padre Livio  
(Editoriale in homepage www.radiomaria.it)


 

Domenica 27 agosto 2017

Radio Maria Pellegrina sarà presente con i suoi volontari nei gazebo e stand nei seguenti luoghi:

PADOVA  *  COLLEVALENZA  *  SVIZZERA ITALIANA
Vi attendiamo numerosi per accogliere le vostre richieste di preghiera, per parlare con voi ed ascoltare le vostre voci.  Il pomeriggio, dalle ore 15.00 alle ore 17.30, sarà dedicato ai bambini. Ai nostri piccoli Amici sarà consegnato un piccolo dono per partecipare al concorso 
“Disegna Radio Maria”. 

Troverete gli indirizzi delle parrocchie e tutti i dettagli della giornata anche sul nostro sito www.radiomaria.it e sulla nostra pagina facebook

Padova

Basilica Pontificia di S.Antonio di Padova – P.zza del Santo 11 (Pd)

Santuario S. Leopoldo Mandic – P.zzale S. Croce 44 (Pd) - S. Messa in diretta h. 10.15

Parr. Sacro Cuore di Gesù - Via Sacro Cuore 18 (fraz. Altichiero) (Pd)

Santuario Madonna della Salute - Via Santuario, 63 – M.te Ortone di Abano Terme (Pd)

Santuario B.V. Maria Salus infirmorum - Via Vallazza, 7 - Scaldaferro di Pozzoleone (Vi)

Lugano (Svizzera Italiana)

Chiesa S. Carlo Borromeo - Via Nassa 28, Lugano – S. Messa in diretta h.8.00

Chiesa Sant’Antonio Abate – P.zza Dante Alighieri, Lugano

Chiesa Santa Maria degli Angeli – P.zza Luini, Lugano

Collevalenza (Pg)

Santuario Amore Misericordioso loc. Colvalenza 128, Collevalenza (Pg) 
S. Rosario e S. Messa con Vespri in diretta h. 16.30

SCARICA IL PROGRAMMA ANCHE DALLA NOSTRA HOMEPAGE!!





La realizzazione dei segreti dirà la verità su Medjugorje
(da: "La Luce nella Tempesta" - di P. Livio - Edizoni Piemme)

Nella straordinaria panoramica delle apparizioni mariane che ci offre la storia del cristianesimo, Medjugorje rappresenta una novità che ha rotto schemi consolidati e depositati lungo il corso dei secoli. Si comprende la perplessità di molti dinanzi ad un fenomeno mai accaduto prima - con apparizioni quotidiane durate per decenni - ad un gruppo di sei veggenti ai quali la Madonna appare ovunque essi si trovino, con messaggi che sono divenuti una delle fonti più frequentate di evangelizzazione; dove moltitudini di anime accorrono da ogni angolo della terra  per abbeverarsi. 

Proprio l’eccezionalità  dell’evento ha creato forti perplessità anche nel Vescovo locale che, sconcertato per il numero enorme di apparizioni (fra l’altro ancora in corso) concludeva che, se paragonato alle altre apparizioni come La Salette, Lourdes e Fatima, il “fenomeno” Medjugorje non poteva essere credibile. 
Non per questo la Gospa ha rarefatto le sue apparizioni. Al contrario ha ottenuto da Dio di essere presente con apparizioni quotidiane fino la compimento dei dieci segreti, mentre ha già assicurato a Mirjana, Ivanka e Jakov che apparirà loro una volta all’anno per tutta la vita. 
Lo stesso discorso vale per i messaggi che ormai costituiscono uno dei libri più diffusi nel mondo e che la Madonna è ben felice di dare, nonostante, come il seme del buon Seminatore, non di rado finiscano per cadere fra le spine o sulla strada. 

Nei primi tempi il piano che la Gospa aveva in mente di attuare era sconosciuto, anche se non mancavano già nei primi messaggi, elementi di grandiosità e di eccezionalità. Poi la gente ha incominciato a capire che si trovava di fronte ad un intervento divino come mai si era visto  e che era necessario aprirsi alla comprensione e alla collaborazione. I veggenti stessi non avrebbero mai pensato che la Madonna li avrebbe impegnati, su fronti diversi, per l’intero arco della loro vita.
            
In tutto questo periodo la Chiesa ha vigilato, mentre il livello di controllo si è via via innalzato, fino a  coinvolgere direttamente la Santa Sede. Ben tre Papi:
S. Giovanni Paolo II, Benedetto XVI e  Francesco hanno esaminato da vicino questo straordinario avvenimento, rendendosi conto dell’impatto vasto e duraturo che sta avendo, ben al di là dei confini ecclesiali. In tutto questo periodo la Chiesa ha lasciato ai fedeli la libertà di credere alla presenza della Madonna e persino di fare pellegrinaggi non  ufficiali, ma con accompagnamento sacerdotale alla parrocchia di Medjugorje. 

Anche la diffusione dei messaggi ha potuto procedere con ondate sempre più vaste, fino a coinvolgere l’intera Chiesa nell’opera di evangelizzazione di Maria. La Chiesa non ha mai espresso, nelle sue dichiarazioni ufficiali,  un giudizio affermativo sull’origine soprannaturale delle apparizioni. Ciò non toglie che lo possa dare in futuro. La prassi ecclesiastica al riguardo procede con prudenza e pazienza. Tuttavia finora  non sono mai stati  rilevati elementi tali da indurla ad esprimere un giudizio negativo. I numerosi messaggi della Regina della pace sono ineccepibili, vere perle di sapienza evangelica, per quanto trasmessi mediante ragazzi senza una particolare formazione spirituale. 

I frutti di conversione coinvolgono da decenni moltitudini di persone. Gli stessi veggenti, pur vivendo nel mondo come padri e madri di famiglie, hanno perseverato nel servizio alla Gospa senza stanchezze e  senza sbandamenti e mai contraddicendosi fra loro nella testimonianza. Chi li conosce sa che si tratta di persone semplici, umili e pulite delle quali la Madonna può andare ben fiera.
            Tuttavia, questo non basta alla Chiesa per esprimere un giudizio positivo sulla soprannaturalità delle apparizioni, perché l’evento è in pieno svolgimento e, in un certo senso, come i veggenti stessi dicono, Medjugorje è ancora all’inizio e il più deve ancora venire. 
La Madonna non ha fretta e cerca di ottenere da suo Figlio di stare con noi il più lungamente possibile. Come lei dice, vuole salvare tutte le anime per presentarle a Dio. Alla Madre di Dio basta questo clima di libertà e di accompagnamento pastorale che la Chiesa assicura, in modo tale da poter portare avanti il suo piano di salvezza per la nostra generazione. 

Non vi è dubbio che la Regina della pace, nel corso di questi decenni, si sia servita dell’autorità ecclesiastica, sia a livello locale e come universale, per eliminare ciò che doveva essere eliminato e per raddrizzare ciò che andava raddrizzato. La Madre della Chiesa non si sostituisce alla Chiesa, ma opera attraverso di essa. La posta in gioco è altissima. Non si può affatto escludere che tutto ciò che accade a Medjugorje sia opera di Maria. I motivi di credibilità, anche alla luce della sola ragione, sono seri e numerosi, mentre le critiche o le stroncature degli avversari delle apparizioni hanno più il sapore di pregiudizi che di argomentazioni. La Chiesa e l’umanità  intera non si sono mai trovate di fronte a un passaggio storico come il nostro, in cui è il gioco il futuro del mondo, sul quale incombe la spada di Damocle di un conflitto nucleare che distruggerebbe il pianeta. Le forze oscure che spingono in questo direzione sono sempre meno controllabili e la nostra generazione naviga su un barca senza timone, in balia di una bufera spaventosa, che la risucchia nell’abisso. 

Se Dio esiste e se Cristo è il Signore, come noi cristiani crediamo, non possiamo certo escludere che, nella sua infinita misericordia, invii Colei che fin dal principio è stata costituita come la Donna vittoriosa nella lotta contro l’impero delle tenebre. Questo è quanto sta accadendo sotto i nostri occhi ormai da decenni. La pazienza divina è infinita e ci ha dato tutto il tempo per riflettere e per decidere. Tutti quelli che non credono, perché non vogliono credere, non potranno incolpare nessuno se non loro stessi. Già ora, in questo tempo di grazia, i motivi di credibilità sono sovrabbondanti. Rimandare la conversione al domani è la tattica del diavolo per portare le anime alla rovina.
Tuttavia sarà la rivelazione dei segreti, dei quali i veggenti conoscono la data, la prova del nove sulla verità di Medjugorje. In particolare sarà il terzo segreto, che preannuncia tre giorni prima il segno promesso sulla collina delle prime apparizioni, la prova che la Gospa offre, come estremo appello, perché gli uomini decidano di convertirsi. 

Man mano che i segreti si realizzeranno e gli uomini toccheranno con mano l’intervento della Madre per salvare i suoi figli, solo quelli colpiti da accecamento spirituale potranno negare l’evidenza di un intervento soprannaturale. Pare impossibile che ciò possa accadere, ma il mistero del male è lì a dimostrare che il rifiuto di Dio e della sua grazia  è una tragica possibilità della libertà umana. La Regina della pace ha predisposto un piano di salvezza per l’intera umanità in cui ognuno, volente o nolente, dovrà prendere la decisione nei suoi confronti. Gli uomini, credenti o non credenti, nel tempo dei segreti dovranno passare attraverso il crogiolo di una decisione personale dinanzi alla salvezza che viene loro offerta dalla Madre di Dio. Allora il problema riguardante la verità delle apparizioni si porrà in modo drammatico alla coscienza di ognuno. 

La storia umana è la storia della salvezza, dove Dio non cessa di operare e il mistero di iniquità di contrastare. Oggi siamo di fronte a uno scatenamento delle porte dell’inferno mai visto prima nel corso della storia cristiana. La Madonna usa a sua favore il piano di satana di distruggere il mondo e portare le anime alla rovina. Si servirà degli eventi catastrofici che il principe di questo mondo sta preparando per mostrare la salvezza di Dio. Però la Madonna non può decidere al nostro posto. Lei, nella sua umiltà, si inginocchia dinanzi alla nostra libertà e ci grida  con l’accento straziato della Madre. “Vi supplico convertitevi”.


Trovi il libro ai nostri uffici: 
telefono 031-610600 -  info.ita@radiomaria.org

oppure direttamente dal nostro catalogo: http://ebooking.radiomaria.it/Radiomaria/cms/catalogo.html


 

  alla prossima newsletter!!

   

CERCHI QUALCOSA?

Contenuti Medjugorje

RADIO MARIA E IL PAPA

notizie radio vaticana

Ricerca Collaboratori

Se vuoi collaborare con noi clicca qui

Le nostre preghiere

Notizie dal mondo della chiesa

Radio Maria - Via Milano 12, 22036 Erba (CO) - CF 94023530150 - info.ita@radiomaria.org

Privacy | Mappa del sito | Versione stampabile | Entra | © 2008 - 2017 Radio Maria | Powered by WFRM